È probabile che me lo chieda più io di voi, infatti lo scrivo qui per ricordarmelo. Manuela Mellini; romagnola (molto romagnola), ho vissuto dodici anni a Milano e, da gennaio 2017, mi sono trasferita a Berlino – anche se, come giustamente mi fanno notare, non ho mai passato tanto tempo in Italia come ora che sto in Germania. Comunque.
Dal 2004 lavoro nel settore dell’editoria, con varie mansioni. Mi occupo di correzione bozze, editing, assistenza agli autori, progettazione volumi e collane, ghostwriting. Sono autrice (ho scritto, fra l’altro, di libri, cinema, TV, sport, cucina) ed enigmista (creo giochi per bambini-bambini e bambini-quelli grandi).

Ho scritto due romanzi (Il colore dei papaveri, Piemme, 2016; Tutta colpa di mia nonna, Baldini + Castoldi, 2019), a cui spero che presto se ne aggiungeranno altri.

Mi piacciono: il caffè, la cioccolata, gli impasti fatti a mano, il mare, ma anche la montagna, la collina, la pianura, fiumi laghi città, il vino, i camini accesi, le magliette sbracciate con le scritte belle, le liquirizie ripiene, le stelle, le conchiglie, i cani, Raffaella Carrà, le castagne, andare in bici, la nebbia (a volte), i fuochi d’artificio, il tramonto (anche l’alba, solo che arriva troppo presto), le librerie, le cartolerie, le biblioteche, le periferie, gli spaghetti allo scoglio, le lucine di Natale, giocare a racchettoni in spiaggia, il curry, i viaggi, il treno, le scarpe comode, gli abbracci, i piedi che si toccano sotto le coperte, le chiacchiere, i bonifici in entrata, le case calde e incasinate, la cioccolata l’ho già detto?, il folk, il rock, lo ska, la marmellata ma solo con il burro, gli slanci di ottimismo, il teatro, la doccia calda anche d’estate, i Lego, Risiko, guidare piano la notte, il tennis, le cose che magicamente vanno a posto da sole, i film dove non succede niente, i dialetti, i bar, leggere di mattina, scrivere sempre, le torte con la panna, le risate che fanno male alla pancia, le giuggiole, le Moleskine, i panni stesi che profumano di fresco, i passatelli, le poesie, i messaggi inaspettati, i sorrisi e molto altro, ma bisogna pure che mi fermi prima o poi.

Non mi piacciono: un po’ di cose, la prima è parlare di quello che non mi piace.

(Per contatti, cliccate a caso su uno dei loghini dei social in alto a destra e mi trovate lì.)

Romagnola (molto romagnola), vivo tra l'Italia e Berlino. Dal 2004 mi occupo di editoria: scrivo, edito, creo giochi di enigmistica. A marzo 2019 è uscito il mio secondo romanzo: "Tutta colpa di mia nonna" (Baldini+Castoldi).

Site Footer