Ma tu sei felice?

«VINCENZO
“Ma tu sei felice?”
SAVERIO
“Dipende da cosa intendi per felice.”
VINCENZO
“Felice.”
SAVERIO
“Se per felice intendi uno che è soddisfatto di sé, di quello che fa, ed è felice, allora no, non sono felice. Ma se per felice intendi uno che è soddisfatto di sé, di quello che fa, anche se non è proprio felice, allora sì, posso dire che sono felice.»
VINCENZO
“Ma infatti.”»

...
Leggi tutto

Tre donne

«Forse il divertimento sta proprio nel nascondersi dietro maschere diverse. Anche se Pirandello dice che, levata una maschera, ne trovi sempre un’altra. Io ne ho centinaia e mi diverto a cambiarle. E poi vado matta per il gioco: la gente non sa più giocare, a me invece piace rischiare, puntare sul rosso o sul nero e poi aspettare la sorpresa della vincita o della perdita. Non mi importa

...
Leggi tutto

Pasolini: testimoniare lo scandalo

Mi sono a lungo arrovellata sul senso di scrivere o meno qualcosa su Pasolini, nell’anniversario della sua morte. Ero molto tentata di non farlo, per una marea di ragioni. La prima, e più personale, è che Pasolini mi fa stare male come nessun altro autore al mondo. L’ho “incontrato” più di vent’anni fa e subito m’è entrato dentro come una passione viscerale: ho letto quasi tutto di suo,

...
Leggi tutto

Una banda di idioti

«Un berretto verde da cacciatore stringeva la sommità di una grossa testa, tonda come un pallone. I paraorecchie verdi, che a malapena riuscivano a contenere le orecchie enormi, i peli che vi crescevano dentro e i capelli incolti, erano sollevati da entrambe le parti come due frecce che indichino direzioni opposte. Fra i folti baffi neri si insinuavano le labbra carnose e contratte che agli angoli terminavano in

...
Leggi tutto

Guasti

«Era pronta per il pienone della domenica, pronta per la folla e le foto e le strette di mano e i sorrisi di quanti avrebbero riconosciuto nel plastinato il grande fotografo e in lei l’inseparabile compagna, sempre impeccabile ai suoi meravigliosi vernissage. Sorrise alla teca e tornò da lui, lo sguardo di nuovo alla scala: ecco comparire una fronte e degli occhi e un naso e una bocca

...
Leggi tutto

Trilogia della città di K.

«Abbiamo una regola molto semplice: il tema deve essere vero. Dobbiamo descrivere ciò che vediamo, ciò che sentiamo, ciò che facciamo.
Ad esempio, è proibito scrivere: “Nonna somiglia a una strega”; ma è permesso scrivere: “La gente chiama Nonna la Strega”.
È proibito scrivere: “La Piccola Città è bella”, perché la Piccola Città può essere bella per noi e brutta per qualcun altro.
Allo stesso

...
Leggi tutto

Oracolo manuale per scrittrici e scrittori

Io credo fortemente nelle potenzialità della scrittura creativa. Certo, non va confusa con un balsamo miracoloso, grazie al quale si passa in mezz’ora da sbagliare i congiuntivi a vincere il Premio Strega; e certo, non tutti i corsi sono ugualmente validi. Ma, se studiata ed esercitata nel modo giusto, credo possa essere una disciplina preziosa e un valido aiuto, non solo per gli scrittori alle prime armi ma

...
Leggi tutto

I libri del mese – Settembre 2018

Dopo una lunghissima estate contrassegnata da viaggi, lavoro e soprattutto da una miriade di sbattimenti, torno a occuparmi di libri a settembre con quell’energia frizzantina tipica di chi, alle soglie dei quaranta, non ha ancora capito che la scuola è finita da un pezzo e che i buoni propositi, oltre che farli, bisognerebbe anche rispettarli. Ma comunque.
Stavolta propongo: un libro vecchio a cui, perlomeno in Italia, non ha

...
Leggi tutto

I libri del mese – Aprile 2018

Quest’anno, ad aprile, ho avuto modo di recuperare alcuni libri che mi ero persa al momento della pubblicazione e dai quali, per un motivo o per l’altro, mi aspettavo grandi cose.
Per la cronaca: le ho avute, le grandi cose. Grandi, proprio grandi.

 

Silvia Greco, Un’imprecisa cosa felice, Hacca Edizioni, 2017

«Marta seguì tutto in silenzio, seduta sulla poltrona di fronte a loro. Non aveva mai visto

...
Leggi tutto

I libri del mese – Marzo 2018

Non so se sono improvvisamente diventata scaltra o se – più probabile – sono solo stata molto fortunata, ma questo mese sono riuscita a infilare una tale sequela di bei libri fra le mie letture che quasi mi do il cinque da sola. Anzi, il quattro: come questo poker d’assi che sfodero con gioia.

 

Roberto Camurri, A misura d’uomo, NN Editore, 2018

«Spegne la macchina, si guarda attorno,

...
Leggi tutto

Site Footer